Viaggio femminile in Pakistan - È sicuro andare?

tempo di emissione: 2022-09-09

Il Pakistan è un paese bellissimo, pieno di persone fantastiche e delle migliori catene montuose del pianeta... L'Himalaya pakistano non ha rivali in nessuna parte del mondo.Ho trascorso tre mesi viaggiando in Pakistan nell'ultimo anno e non posso raccomandare abbastanza questo paese incredibile...

C'è un bel po' di tabù nei dintorni dei viaggi in Pakistan – grazie, media – ma in realtà il Pakistan è un paese molto sicuro da visitare.Di recente, sono stata bombardata da e-mail di alcune ragazze toste che mi chiedevano informazioni sui viaggi delle donne in Pakistan, consigli di viaggio per donne che viaggiano da sole e la grande domanda...

Il Pakistan è sicuro per viaggiare da sola?

Anche se ho viaggiato da solo in tutto il Pakistan, come uomo è un po' diverso e probabilmente è più facile cavarsela.È fantastico che i viaggi da solista femminile stiano decollando in Pakistan e non vedo l'ora di fornirvi tutte le informazioni che posso!Quindi, per aiutarmi a definire le basi della sicurezza dei viaggi in Pakistan per chi viaggia da solo, ho chiesto a quattro donne fantastiche di aiutarmi.

Si spera che questa guida ai viaggi delle donne in Pakistan incoraggerà la prossima generazione di avventurose viaggiatrici sole a mettersi in viaggio e viaggiare in Pakistan.

Un grande grido a Emma, ​​Alex, Nida e Lizzy; ragazze fantastiche con esperienze di prima mano di viaggi femminili in Pakistan...

Un grande grido a Emma, ​​Alex, Nida e Lizzy; ragazze fantastiche con esperienze di prima mano di viaggi femminili in Pakistan...

Raccontaci di te, da dove vieni e quanta esperienza di backpacking hai avuto prima di andare in Pakistan?

Emma: Ehi!Sono Emma, ​​ho 21 anni e attualmente studio all'Università come consulente scolastico

Sono mezzo svedese/americano; nata negli USA, vi ho vissuto per tre anni prima di trasferirmi in Svezia dove ho vissuto gran parte della mia vita.Ho viaggiato parecchio prima di decidere di viaggiare in Pakistan, ma non avevo molta esperienza con lo zaino in spalla, specialmente in un paese come il Pakistan.

Alessio: “Ehi!Sono Alex, una ragazza di 25 anni degli Stati Uniti.

Prima della mia avventura in Pakistan, avevo circa 8 mesi di esperienza di backpacking a lungo termine alle spalle.Quattro mesi nel sud-est asiatico, quattro mesi nel Caucaso e in Iran.Avevo anche viaggiato in oltre 40 paesi in vari modi oltre allo zaino in spalla.

Nida: Vengo da Karachi e ho iniziato a viaggiare come donna pachistana nel 2011.

Per quanto riguarda il trekking, che faccio dal 2013.Non è strettamente zaino in spalla poiché abbiamo sempre camminato sotto la guida della gente del posto con facchini per aiutare a trasportare i nostri bagagli.La mia esperienza di escursionismo consiste nei laghi e nelle montagne dell'Himalaya e del Karakoram.

Lizzy: Se controlli il mio passaporto direbbe Melbourne, Australia, ma Lahore e il nord del Pakistan sono la mia seconda casa.

Prima di decidere di viaggiare in Pakistan, ho viaggiato da solo con lo zaino in spalla attraverso l'Australia, la Nuova Zelanda, il Regno Unito, l'Europa e l'India.Nella lista ho anche viaggiato in Vietnam, India e Francia con gli amici.Mi sentivo pronta per affrontare il prossimo viaggio femminile in Pakistan".

Quando hai viaggiato in Pakistan e quanto tempo ci hai trascorso?

Emma: “Ho viaggiato per la prima volta in Pakistan nel maggio 2016 e ci sono rimasta per un mese in vari luoghi”.

Alex: “Stavo viaggiando in Pakistan nel giugno del 2016 e ho trascorso sei settimane dal sud al nord del paese. Vorrei solo avere più tempo!”

Nida: “La prima volta che ho viaggiato da donna in Pakistan è stata l'estate 2011.Da allora, continuo a tornare indietro, ma in tutta onestà, sarebbe un miracolo se riuscissi a coprire l'intero Paese in questa vita".

Lizzy: “Ho viaggiato in Pakistan tre volte, per poco più di 2 settimane ogni volta.Se non avessi impegni e i miei ragazzini mi aspettassero a casa starei più a lungo”.

"Non sono come gli altri", diceva questa guida, e dobbiamo essere d'accordo.

484 pagine con città, paesi, parchi,
e TUTTI i luoghi fuori mano che vorresti conoscere.
Se vuoi davvero scoprire il Pakistan, scarica questo PDF.

Quali erano i tuoi primi pensieri in Pakistan?Hai lottato con qualche shock culturale?

Emma: “Per me, essendo cresciuta in un paese di cultura cristiana, viaggiare in Pakistan è stato sicuramente uno shock culturale per me all'inizio. Le strade e la società nel suo insieme sono dominate da uomini, quindi i viaggi di donne in Pakistan si traducono in alcuni momenti scomodi. Aggiungi al fatto che ho i capelli biondi e gli occhi azzurri, a volte viaggiare in Pakistan da donna era difficile. Se devo essere onesto, dubitavo davvero della mia decisione di accompagnarmi con il mio amico maschio dopo la mia prima notte in Pakistan. Ma con il passare dei giorni la mia opinione è cambiata enormemente!

Alex: "All'inizio ero nervoso: l'avventura è iniziata praticamente a Karachi, che ha una cattiva reputazione per furti e aggressioni.È un posto che a prima vista può sembrare un po' intimidatorio, specialmente per le viaggiatrici.Tuttavia, quello che ho trovato era diverso.Karachi non era poi così male come la gente pensava che fosse, grazie ad alcuni recenti sviluppi con le misure di sicurezza locali.C'erano enormi mucchi di spazzatura ovunque, e il caldo estivo era... a dir poco scomodo.Ma, alla fine, ho visto un traffico peggiore a Bangkok, altrettanta spazzatura a Delhi e un caldo soffocante a Yangon".

Di certo non lo vedi a casa...

Nida: “Sono nata e cresciuta in Pakistan, quindi non posso dire che la cultura e molte esperienze mi abbiano scioccato. Ma posso vedere come coloro che viaggiano in Pakistan dal mondo occidentale sarebbero rimasti scioccati. A patto di rispettare le usanze, l'abbigliamento ei comportamenti; il viaggio delle donne in Pakistan non è così spaventoso!”

Lizzy: “Inizialmente il Pakistan mi ha sorpreso.L'ho trovato calmante, ma ero appena tornato da un viaggio con lo zaino in spalla in India!Arrivato in Pakistan sono andato in montagna che, da quanto ho letto prima di arrivare; era un luogo molto conservatore e patriarcale.Trovo ancora strano che le donne siano raramente fuori a rilassarsi per strada, ma gli uomini sì.È uno stile di vita molto diverso da quello a cui sono abituato.Durante il mio viaggio in Pakistan, mi sono sentita molto accolta e supportata come viaggiatrice in Pakistan.La chiamata alla preghiera che risuonava sulla città, le montagne che vanno avanti per sempre e le migliori ciliegie che abbia mai mangiato lo hanno reso incredibile!"

Pensi che viaggiare in Pakistan sia sicuro per le donne?Qualche zona da evitare?

Emma: “Sinceramente, sì. Ogni volta che qualcuno mi chiede se il Pakistan è sicuro da visitare come donna, rispondo di sì. Non mi sono mai sentito in pericolo in Pakistan. Le persone sono così rispettose, fanno di tutto per assicurarsi che tu stia bene e divertiti. Il viaggio delle donne in Pakistan significa adattarsi al proprio punto di vista e accettare la propria religione. Ad esempio, ho indossato un salwar kameez, l'abito tradizionale, per la maggior parte del viaggio. Anche il modo in cui si comportano i giovani rispetto a come mi comporterei con i miei amici a casa. Poiché il Pakistan è un paese conservatore, il livello di interazione con il sesso opposto era molto diverso da quello a cui sono abituato".

Alex: “Dipende dalla tua definizione di cassaforte. Per me, finché non corro il rischio di essere rapito e violentato/ucciso, mi sto rilassando. Quindi sì, il Pakistan è sicuro da visitare come donna. Se qualcuno ha intenzione di rapirti, è per riempirti di cibo e chai! Non mi lamenterò di questo! Tuttavia, sono stato tentato e afferrato molte volte in Pakistan. Se non riesci a gestire cose del genere, il Pakistan sarà una sfida. Per evitare di essere a disagio, fai attenzione alle aree più conservatrici, come le regioni lungo il confine afghano. Il Pakistan settentrionale è il paese più accogliente per le viaggiatrici in Pakistan: le persone lì sono molto equilibrate e molto più abituate alle donne che vanno in giro e fanno le cose da sole".

Nida: “Il Pakistan è dove sono nata e pane! Per fortuna non ho avuto molte esperienze che definirei spiacevoli. Il viaggio delle donne in Pakistan è generalmente sicuro. Ho viaggiato nel nord per un viaggio di trekking mentre era in corso un'enorme operazione militare contro i terroristi e anche se i media dicevano al mondo che avremmo potuto finire nel fuoco incrociato, andava bene. In tutta onestà, non potevo fare a meno di pensare a quanto fosse sicura l'intera regione montuosa. Le realtà del territorio differiscono molto da ciò che ci dicono i media. Per quanto riguarda il rispetto delle norme sociali, salvaguardare la cultura e rispettarla porta gioia non solo alla gente del posto ma anche ai viaggiatori. Rispettando il loro abbigliamento, il loro modo di vivere, la loro religione, la loro lingua, queste cose contano moltissimo per quasi tutti in Pakistan”.

Lizzy: “Il viaggio delle donne in Pakistan per me era sicuro.Gli uomini non ti deridono come fanno in India, invece ti rispettano molto e le loro azioni lo dimostrano.La cosa peggiore per me sono stati alcuni commenti troppo disgustosi per essere tradotti, ma comunque non li ho capiti.Come donna che viaggia in Pakistan, non consiglierei di attraversare Dasu e Chilas.È super conservativo e ci sono ancora alcuni problemi di sicurezza qui.Abbatobad a Chilas, indossa sempre una sciarpa per coprirti in pubblico per rispetto delle usanze locali.Se ti fermi qui, le donne mangiano separatamente in stanze nascoste piuttosto che in vista della strada. Inoltre, se attraversi parti del KKH, non rifuggire dalle scorte della polizia.Spesso sono un'ottima compagnia e vengono offerti per ospitalità piuttosto che per rischio di pericolo".

Hai qualche consiglio per i viaggi delle donne in Pakistan?

Emma: “Come viaggiatrice dovresti sfruttare al meglio le situazioni in cui ai maschi è vietato, ad esempio entrare in cucina. Mentre mi è stato permesso di incontrare tutte le donne della casa, il mio amico maschio ha dovuto gentilmente rimanere nell'altra stanza. Come donna che viaggia in Pakistan, dovresti essere preparata a essere fissata molto. È più per curiosità che altro. Puoi sempre rompere il ghiaccio chiedendo se la persona vuole fare un selfie con te (se ti senti d'accordo). Vestirsi in modo appropriato è estremamente importante quando si viaggia in Pakistan. Più ti vesti da conservatore, più ti sentirai a tuo agio e gli altri! Mostra anche rispetto e quindi non si verificano malintesi”.

Alex: “Lascia a casa i pantaloncini e le canotte. Invece, vai a comprarti uno shalwar kameez a maniche lunghe (è solo l'abbigliamento più comodo sulla terra). Un velo non è necessario se non si entra in una moschea, ma indossarne uno non fa mai male. Non essere eccessivamente amichevole al primo contatto con uomini che non conosci. Non lasciare che gli uomini ti tocchino se scatti foto con loro e mantieni una solida distanza tra di voi. Non sederti mai davanti a un taxi. Non andare in giro da solo di notte nelle grandi città. La maggior parte è buon senso che credo che qualsiasi viaggio femminile in Pakistan lo saprà già!”

Nida: “Fai i compitibenesulla regione che intendi visitare.Scopri le norme politiche, religiose e sociali di quella particolare area.Molte persone sono profondamente orgogliose delle loro origini, rispettarle deve essere la più grande priorità di un viaggiatore.Come donna che viaggia in Pakistan, è sempre meglio avere contatti con la gente del posto con largo anticipo prima di pianificare effettivamente il viaggio.Dopotutto è sempre bello vedere un volto familiare.Potrebbero anche mostrarti i posti migliori da visitare in Pakistan!

Cerca di imparare l'urdu, almeno le basi per aiutarti durante il tuo soggiorno. Porta sempre con te le mappe.E quando dico mappe, sia online/offline che mappe cartacee dopo averle fatte controllare da una persona del posto. Da viaggiatrice porto sempre una sciarpa o uno scialle nello zaino.Che si tratti di un viaggio su strada o di una di quelle giornate di trekking, mi assicuro di averne sempre uno con me in ogni momento”.

Lizzy: “Porta sempre, sempre, sempre una sciarpa per coprirti. Non fermerà l'attenzione ma potrebbe fermare l'attenzione indesiderata. Agisci rispettoso, calmo e non essere eccessivamente appariscente. È facile che una conversazione si trasformi in un acceso dibattito e mentre è normale in Australia, qui è visto come una calunnia per la virilità. Credimi, è durato abbastanza".

Qual era il tuo posto preferito in Pakistan e perché?

Emma: “Kalash Valley. Un posto così bello con belle persone. Qualcosa di completamente diverso da qualsiasi cosa in Pakistan o in qualsiasi altra parte del mondo!

Verso la fine del nostro viaggio, stavamo andando verso le Kalash Valley, a questo punto ero piuttosto stanco di viaggiare da un posto all'altro, quindi il mio umore non era al top...

Da Chitral, stavamo aspettando il nostro taxi che la nostra guardia del corpo aveva organizzato per portarci nella valle di Kalash.Abbiamo dovuto aspettare a lungo per questo e ormai il mio umore era peggiorato di male in peggio.Alla fine siamo partiti ma l'auto ha faticato a salire sulle colline.Risalendo a malapena le piccole colline siamo finalmente arrivati ​​a un ponte che attraversa, facile vero?No, il ponte era "fuori servizio"!Fondamentalmente metà del ponte di legno era caduto nel fiume rendendo impossibile il nostro passaggio.

Le alternative erano; torna a Chitral – tutta questa seccatura per niente – o percorri gli ultimi 8 km con i nostri bagagli.Abbiamo deciso di camminare.Il caldo era intenso ma in lontananza c'era un negozio di bibite ghiacciate.Per arrivarci abbiamo incontrato due uomini che si sono rivelati insegnanti della scuola nella stessa area in cui ci stavamo dirigendo!Hanno pagato le nostre bevande, portato la mia borsa e ci hanno aiutato a trovare un alloggio!La lezione qui, il viaggio delle donne in Pakistan non è sempre un gioco da ragazzi, ma un brutto inizio di giornata si è rivelato uno dei più memorabili!I loro gesti gentili mi hanno sconvolto trovare un modo altrettanto carino per dire grazie è stato difficile.Immagino che essere un ospite nel loro paese sia un modo per cercare di passare la buona parola”.

Alex: “Lahore, visto che i Lahoris sono fantastici! Così come il loro rapporto con il cibo. Mi è stato mostrato in giro da un Butt il mio primo giorno a Lahore. Per chi non lo sapesse, Butts è una famiglia in Pakistan famigerata per aver mangiato quantità assurde di cibo! Nonostante fosse il Ramadan, il mio ospite è riuscito a essere all'altezza della sua reputazione. Abbiamo iniziato nella segretezza di un ufficio, dove ha ordinato panini, diversi curry e chapatti. Poi ci siamo trasferiti in una moschea per avere l'iftar gratis, l'interruzione del digiuno della giornata durante il Ramadan... anche se avevamo appena mangiato! Poi ci ha portato in una delle strade del cibo di Lahore per cena e in una seconda strada del cibo per enormi lassi e dessert. Porca puttana, non sono mai stato così pieno in tutta la mia vita. Il viaggio femminile in Pakistan è fantastico!”

Nida: “È davvero difficile scegliere un posto. Viaggiare in Pakistan è stato incredibile, ma la valle Rupal del possente Nanga Parbat che si affacciava sulla parete montuosa più alta del pianeta è incredibile! Le persone in questa valle dell'Himalaya occidentale sono generose e tremendamente ospitali. Siamo stati per 4 giorni in questa vasta valle e ogni giorno ci ha portato a piangere di gratitudine per questi fantastici locali, in particolare la nostra guida e facchini. Ogni mattina ci veniva data acqua calda per lavarci il viso e le mani. Ho rotto una delle mie scarpe durante il secondo giorno del mio trekking, ma con mia sorpresa la nostra guida Jamshed me l'ha riparata senza alcun addebito!

Un'altra scelta che farei sarà Haramosh Valley proprio nel massiccio di Rakaposhi e Haramosh nel Karakoram.Il posto non ha visto molti viaggiatori, la gente della valle è straordinariamente gentile e generosa!Abbiamo camminato verso uno dei laghi più belli nella profondità della valle chiamato Kutwal.Quasi tutti avevano lasciato la valle.Faceva un freddo pazzesco e nonostante avessi le migliori tende e sacchi a pelo, era difficile resistere ai forti venti.I nostri facchini erano incredibili.Senza chiederglielo aprì la porta della sua piccola capanna chiusa a chiave e ci invitò ad entrare.Vedere questa generosità estesa verso di noi era difficile da spiegare e dimenticare.Non solo ci hanno lasciato stare lì, ma hanno anche cucinato per noi.Non chiedere nulla in cambio!Vorrei poter tornare di nuovo lì proprio in questo momento".

Lizzy: “Per me il momento clou del viaggio da donna in Pakistan è stato il freddo deserto di Shigar. Mani giù! Ho adorato il vasto paesaggio in tutte le direzioni, circondato da montagne e così, così tranquillo. C'è stata una piccola tempesta di polvere mista a neve alta e leggera quando ero lì che ha creato un momento molto suggestivo. Camminare attraverso le sabbie, ammirando la magnificenza del luogo ha innescato una fantastica connessione tra Hamza e I. Ha elementi del Ladakh e del Tibet. Mi è piaciuto sentirmi così piccolo ma parte di questo bellissimo pianeta. I coni di Passu arrivano in un attimo. Puramente per l'assoluta magnitudine delle spettacolari montagne e ghiacciai.

Qual era il tuo posto meno preferito in Pakistan e perché?

Emma: “Il mio posto meno preferito durante il viaggio in Pakistan era la Swat Valley. È un vero peccato perché è un posto bellissimo.

Tanto per cominciare, lo Swat è un'area molto conservatrice e quando i talebani hanno preso il potere nel 2007 milioni di persone sono state costrette a fuggire dalle proprie case.I talebani giustiziavano uomini per la rasatura e donne per ballare.Fino al 2009 controllavano la zona con pugno di ferro.Anche se ora non è controllato da loro, potrei sicuramente vedere le conseguenze.

Dopo diversi posti di blocco della polizia e dopo aver aspettato per ore alle stazioni di polizia, siamo finalmente entrati nell'area con l'aiuto di un contatto che avevamo lì.Entrando nello Swat dovevamo essere scortati dalla polizia dietro e davanti alla nostra macchina durante il giro.L'area è estremamente protetta.Quindi, quando due occidentali hanno voluto venire come turisti e "dare un'occhiata" ci è voluto troppo sforzo per poterne godere.Raramente vedevo donne per strada, ma quando lo facevo indossavano tutte il burka e accompagnavano il marito o qualche altro membro maschio della famiglia.Anche se indossavo il mio salwar kameez, sentivo di esporre troppa pelle.Purtroppo non siamo stati in grado di vedere e fare ciò che volevamo.

Per chiarirmi che non era così nel resto del paese.Questo era estremo.Sta migliorando lentamente e sono sicuro che un giorno avrò una storia migliore da raccontare su Swat".

Alex: “Bahawalpur è stato sicuramente il più frustrante. L'hotel più costoso della città è l'unico che accetta stranieri. A peggiorare le cose, tutti i luoghi che ho cercato di visitare erano occupati dai militari, quindi non potevo comunque vedere nulla in città. Alla domanda su cosa ci sarebbe voluto per visitare alcuni palazzi, la guardia mi ha detto che avevo bisogno del permesso dell'Alto Comando dell'Esercito. Grazie, amico dell'esercito, sono abbastanza sicuro che l'Alto Comandante abbia di meglio da fare che firmare il mio modulo di autorizzazione per la gita.

Nida: “Ermmmmm, in realtà non ne ho uno. Abbiamo avuto una brutta esperienza vicino a un villaggio a Besham su KKH, ma ciò aveva principalmente a che fare con la nostra cattiva gestione del tempo. Ovviamente posso parlare il gergo locale, il che aiuta, ma come viaggiatrice in Pakistan non ho avuto problemi.

Lizzy: "Stazione degli autobus di Rawalpindi. Ero lì dopo essere stata su un autobus ininterrottamente per 22 ore, ho avuto un trauma al collo a causa dell'autobus accidentato e proprio mentre caricavamo tutte le nostre cose sulla bici, il nostro portafoglio è stato rubato da una tasca e tutti i soldi sono andati.È un alveare di ladri e borseggiatori.Mantieni il tuo ingegno su di te.

Consiglieresti il ​​Pakistan ad altre donne che viaggiano da sole e perché?

Emma: “Ho consigliato di viaggiare in Pakistan a tutti i miei amici! Non è un posto per persone dal cuore tenero, ma sicuramente un viaggio che apre gli occhi ed educa. Viaggiare in Pakistan farà sparire tutte le tue opinioni negative dai social media. Incontrerai così tante persone fantastiche e vedrai alcuni dei paesaggi più belli che hai e vedrai mai. Ci saranno momenti in cui ti sentirai come se non fossi mai stato così vivo e ci saranno momenti in cui dubiterai della tua decisione di venire qui. Tutte le esperienze positive durante il mio mese lì pesano molto più di quelle negative. Essere una viaggiatrice nel paese è stata un'esperienza positiva tutto sommato. Ho avuto modo di vedere come vivono le altre donne e ho potuto sentire un forte potere dalle donne che ho avuto la possibilità di incontrare”.

Alex: “Lo consiglio vivamente ad altre viaggiatrici esperte o alle donne che viaggiano con uomini. La maggior parte dei pakistani sono incredibilmente cordiali e vogliono solo mostrarti un'ospitalità legittimamente leggendaria. Inoltre, non è giusto che solo i ragazzi possano provare quanto sia fantastico il Pakistan!

Nida: “Oh, sì, decisamente. Come mai? Devo dire di più su quanto sia fantastico il posto?"

Lizzy: “Sì!È un posto davvero bellissimo, ricco di una storia affascinante, perfetto per gli esploratori!Solo perché sei una donna che viaggia da sola non significa che dovresti perdere un viaggio in Pakistan.Viaggiare in solitaria in Pakistan non è sicuramente facile, ma nemmeno impossibile.Nella maggior parte delle aree troverai un vero supporto locale o altri viaggiatori!"

Pensi che il viaggio delle donne in Pakistan sia sicuro per una donna sola?

Emma: “Direi che viaggiare in Pakistan da donna è una mossa audace. Una viaggiatrice esperta in altri paesi musulmani ha qualifiche migliori di una viaggiatrice con un'esperienza minima di zaino in spalla. Non sarei stato in grado di viaggiare da solo in Pakistan, non perché non sia sicuro, più perché ci vuole molto tempo per l'amministrazione e per viaggiare da un posto all'altro. Personalmente, non avevo l'esperienza per essere in grado di gestirlo da solo. Se vai da solo, ti suggerisco di unirti al club del Karakoram del gruppo Facebook. Ha aiutato molto me e il mio amico! Inoltre, prova a trovare un altro zaino in spalla in Pakistan con cui viaggiare insieme, così puoi aiutarti a vicenda e condividere tutti i tuoi ricordi.

Alex: “Se stai andando da solo nel paese, assicurati di essere consapevole di cosa aspettarti, anche se gratificante, il Pakistan può essere piuttosto impegnativo, in parte a causa di pochi uomini selezionati che possono essere positivamente primitivi nelle loro azioni. Pagani. Per i viaggi femminili in Pakistan, suggerirei di trovare altri viaggiatori con cui fare amicizia tramite il gruppo Facebook Backpacking Pakistan, o rintracciare ragazze locali nel gruppo Facebook del Karakoram Club e chiedere loro aiuto o vedere se possono ospitarti.

Nida: “Personalmente penso che il viaggio delle donne in Pakistan non sia facile ma sicuramente non pericoloso. Viaggio con un gruppo di amici intimi ma ho altri amici che hanno viaggiato da soli al nord. Devi solo essere ben preparato e pronto ad affrontare tutto ciò che ti capita con una mente e un cuore aperti e tutto andrà bene”.

Lizzy: “Nel complesso, sì, è sicuro. Ma mantieni il tuo radar di cautela e abbi sempre un piano o due! Tieni i contatti di emergenza a portata di mano, i contatti locali sono ancora meglio! I taxi sono facili da trovare e consiglierei di salire su un taxi invece di camminare per le stradine casuali al buio. Mantieni i principali siti culturali e mercati se gironzoli da solo per le città. Una volta sulle montagne del nord, se rispetterai le usanze locali, andrà tutto bene!”

Nota di sicurezza: nel 2022, un viaggiatore straniero è stato vittima di uno stupro di gruppo nella provincia del Punjab, da parte di due amici che conosceva e con cui aveva trascorso molto tempo.Sebbene sia statisticamente improbabile che un crimine così orribile ti accada, prendere precauzioni extra può fare molto.

Cerca di evitare di trovarti in spazi chiusi dove non sono presenti donne del posto o altri viaggiatori (auto private, hotel, case ecc.). Sebbene queste non siano garanzie al 100%, è anche una buona idea accettare solo inviti da donne o famiglie.

Torneresti in Pakistan?

Emma: “Qualche volta nella mia vita, tornerò, di sicuro! È stata un'esperienza così straordinaria che voglio che più persone la provino".

Alex: “Beh, vabbè. Sarei lì in questo momento se la burocrazia indiana non mi avesse intralciato…”

Nida: “Sì! Voglio dire, dopotutto sono di base a Karachi... Colpiscimi se vai verso di me!”

Lizzy: “Ah! Assolutamente, vado per la quarta volta in due settimane!”

Quindi il gioco è fatto amigos!Grazie a Nida, Lizzy, Emma e Alex per aver offerto consigli malvagi per le maggiori preoccupazioni e domande per le donne che si dirigono in Pakistan.Come puoi vedere dalle loro risposte, il Pakistan è un paese bellissimo che aspetta di essere esplorato da tutti, non solo da noi!

Se hai altre domande sui viaggi delle donne in Pakistan, sentiti libero di scriverle nei commenti qui sotto.O se stai cercando maggiori informazioni sul Pakistan; dai un'occhiata all'ultima guida con lo zaino in spalla in Pakistan.Spero di vederti lì!


Siamo un grande sito con una grande squadra e questo lavoro non è sempre facile.Ma lo facciamo perché lo adoriamo: amiamo fornire contenuti epici e gratuiti.Adoriamo la consapevolezza che i nostri contenuti ti tengono all'avventura.Non chiediamo soldi, ma se vuoi scoprire come puoi aiutare il sito in modi più organici, fai clic sul pulsante qui sotto.
Grazie per il tuo supporto 🙂


E per motivi di trasparenza, tieni presente che alcuni dei link nei nostri contenuti sono link di affiliazione.Ciò significa che se prenoti il ​​tuo alloggio, acquisti la tua attrezzatura o ordini la tua assicurazione tramite il nostro link, guadagniamo una piccola commissione (senza costi aggiuntivi per te). Detto questo, ci colleghiamo solo all'attrezzatura di cui ci fidiamo e non raccomandiamo mai servizi che riteniamo non siano all'altezza.Grazie ancora!